L’ansia da prestazione sessuale maschile risente di fattori diversi, e sembra intensificarsi quando l’uomo si confronta sessualmente con una partner che percepisce essere molto attraente.

Se da un lato il confronto sessuale con una donna considerata sexy agirebbe sulla risposta sessuale maschile intensificando desiderio ed eccitazione sessuale, dall’altra proprio l’avvenenza fisica della partner incentiverebbe nell’uomo l’innesco di vissuti ansiosi.

Niente di nuovo, a detta dei miei pazienti uomini, una donna molto bella infatti sembrerebbe esporre maggiormente l’uomo al timore del giudizio e alla possibilità di perdere qualcosa percepito come di valore e, in un’ottica evoluzionistica, difficile da reperire con facilità.

In tal senso il timore di fallire sessualmente con conseguente perdita della donna dei sogni aumenterebbe il disagio percepito con ricadute negative sulla performance sessuale maschile.

LO STUDIO SCIENTIFICO

L’equipe di ricercatori dell’Università di Radboud, nei Paesi Bassi, diretta dal professor S.Nauts sembra fornire un’evidenza scientifica a sostegno di questa tesi.

Gli scienziati hanno infatti invitato un gruppo di uomini eterosessuali a svolgere il test di Stroop, un test cognitivo che indaga le capacità attentive e di concentrazione rilevando i tempi di risposta al compito.

Il test consiste nel chiedere ai soggetti di pronunciare a voce alta il colore dell’inchiostro con cui sono scritti nomi di colori che appaiono in maniera randomica sul monitor di un computer.

La criticità del compito risiede nel fatto che vi è un’incongruenza tra il nome del colore che appare e la tinta con cui è scritto.

I soggetti devono riportare il colore, che è l’informazione rilevante, senza farsi distrarre dal nome indicato dalla scritta. Ad esempio, appare la scritta “BLU” in tinta rossa, e i soggetti devono nominare la tinta, quindi il rosso, senza farsi confondere dal nome riportato.

Dopo una prima fase sperimentale è stato inserito uno stimolo distraente ovvero una donna molto attraente che guardava il soggetto da una webcam mentre svolgeva il compito.

E’ bastata la sola esposizione allo stimolo sexy per far crollare le prestazioni al compito di tutti gli uomini testati, aumentando significativamente i tempi di risposta al test.

Sembra infatti che la percezione di una donna attraente che li guardasse mentre svolgevano un test di concentrazione agisse sugli uomini testati come distrazione ambientale intensa andando ad incidere sugli ormoni dello stress, come il cortisolo, e influenzando in termini peggiorativi la prestazione.

Allo stesso modo lo stress inibisce la risposta sessuale maschile andando ad agire direttamente sull’emotività con una ricaduta negativa sulla performance sessuale, nello specifico sulla funzionalità erettile e sulla durata (latenza eiaculatoria).

EMOTIVITA’ E SESSUALITA’

La nostra emotività nell’ambito dell’intimità ha un ruolo importantissimo e condiziona significativamente la risposta sessuale.

Un percorso Psicosessuologico può supportarci a sviluppare consapevolezza rispetto ai vissuti che si attivano durante il rapporto e facilitarci nella gestione degli stati emotivi che possono concorrere a invalidare la performance sessuale.

Se da un lato dunque arriva la conferma della Scienza, dall’altro non si deve perdere la speranza rinunciando a priori a sperimentarsi sessualmente, soprattutto se dovesse capitare con la donna dei propri sogni.

Bibliografia

Nauts S, Metzmacher M, Verwijmeren T, Rommeswinkel V, Karremans JC. The mere anticipation of an interaction with a woman can impair men’s cognitive performance. Arch Sex Behav. 2012 Aug;41(4):1051-6. Epub 2011 Nov 1.

Prenota un colloquio di consulenza tramite compilazione del form o whatsapp

Scrivimi e raccontami la tua storia: dottoressaparisiannalisa@gmail.com