Manifestare un proprio bisogno sessuale o confrontarsi con il partner rispetto a ciò che non ci soddisfa all’interno della sessualità di coppia, può comportare vissuti di ansia, vergogna o timori di diversa natura.

Potrebbe risultare faticoso, per esempio, comunicare al nostro partner che una determinata stimolazione sessuale non ci da piacere o addirittura ci provoca fastidio.

Oppure potremmo sentirci frenati nel proporre determinate pratiche sessuali a causa di timori legati a una sua possibile reazione di rifiuto o ad atteggiamenti di squalifica nei nostri confronti. 

Per sviluppare una buona intesa sessuale, e per preservare e ravvivare nel tempo la sessualità all’interno della coppia, è necessario imparare a comunicare con il proprio partner in maniera efficace.

L’evitamento comunicativo o, di converso, l’utilizzo di una comunicazione disfunzionale, possono rivelarsi nel tempo scelte fallimentari; a lungo andare, infatti, entrambe concorrono ad arrestare il processo naturale di maturazione sessuale della coppia, interferendo con il benessere psicosessuale del singolo e della diade.

NON COMUNICARE, O COMUNICARE MALE, METTE A RISCHIO LA SESSUALITA’ E LA RELAZIONE DI COPPIA

Molte di noi non sono abituati a comunicare o non sanno come farlo in maniera adeguata. 

Talvolta decidiamo di non comunicare perché, più o meno consapevolmente, temiamo il confronto con l’altro: non abbiamo voglia di gestire le conseguenze che prevediamo potrebbe avere la nostra comunicazione e perciò tendiamo a omettere le nostre insoddisfazioni. 

Nascondere al partner problematiche sessuali per paura del conflitto genera frustrazione all’interno della coppia, e incoraggia nel tempo un progressivo deterioramento della relazione.

Vi sono situazioni invece in cui ci sentiamo predisposti al confronto ma non sappiamo bene come affrontarlo;  finiamo per risultare un po’ ambigui rispetto alle nostre richieste, o di mettere in atto una comunicazione svalutante nei confronti del partner e perciò poco funzionale.

COME COMUNICARE EFFICACEMENTE?

1. CONSAPEVOLEZZA E CORAGGIO

L’aspettativa che il partner debba soddisfare i nostri bisogni sessuali intuendo le nostre esigenze può alimentare spiacevoli malintesi nella coppia.

La falsa credenza sostenuta dalla cognizione che il nostro partner dovrebbe arrivarci da solo indovinando i nostri pensieri, rischia infatti di generare fratture sul piano sessuale e relazionale.

E’ necessario pertanto: 

  • Sviluppare consapevolezza rispetto ai propri bisogni sessuali; 
  • Sentirsi autorizzati ad esprimerli con chiarezza al partner;
  • Assumersi la responsabilità delle proprie esigenze e della comunicazione di queste.

2. I MESSAGGI IN IO

I messaggi in Io (Gordon, 2002) sono modalità di comunicazione verbale dove non vi è alcuna valutazione della persona che compie l’azione, bensì racchiudono soltanto l’informazione rispetto agli effetti su di noi del suo comportamento.

Il messaggio in Io permette un confronto costruttivo poiché colui che lo esprime si assume la piena responsabilità del proprio sentire. Questo consente al nostro interlocutore di non percepirsi aggredito, e lo predispone a essere maggiormente recettivo e disponibile nei nostri confronti.

Il messaggio in Io prevede 3 passaggi:

  • Descrizione del comportamento che crea disagio
  • Descrizione dell’effetto concreto che provoca il comportamento
  • Descrizione dei sentimenti/emozioni che il fatto ha su di noi

es.: Il fatto che non ti preoccupi del mio piacere durante i rapporti sessuali, non mi permette di trarre soddisfazione dal sesso, e mi sento frustrata e poco considerata da te.

3. RESPONSIVITA’ ED EMPATIA

Laddove è il nostro partner a esprimere un disappunto o un suo bisogno sessuale, la sfida sarà invece quella di cogliere e accogliere ciò che sta cercando di comunicarci evitando di sentirci eccessivamente messi in discussione o giudicati negativamente.

Significa comprendere che l’altro, con buona probabilità, non si espone con l’intenzione di ferirci, ma sta esprimendo qualcosa di sé.

In quest’ottica lo scambio comunicativo può essere percepito come un’opportunità di crescita nella direzione di una maggiore maturità e consapevolezza sessuale reciproca.

Sviluppare empatia significa essere capaci di comprendere percezioni, bisogni ed emozioni dell’altro: Cosa sta cercando di dirmi davvero? Quali sono le sue esigenze e come posso immaginare si stia sentendo nel comunicarmele? Cosa proverei nella stessa situazione se fossi al suo posto?

CO-COSTRUIRE LA SESSUALITA’ DI COPPIA

Come un vaso di creta levigato a quattro mani, così il sesso nella coppia va rifinito partendo dai bisogni e dalla preferenze di ciascun membro.

Un sistema di comunicazione solido e aperto rappresenta uno strumento indispensabile per correggere e fronteggiare impasse in camera da letto, e facilitare la coppia a raggiungere una maggior maturità e consapevolezza sessuale.

L’assenza di comunicazione in ambito sessuale e la messa in atto di modalità comunicative disfunzionali, possono generare crisi di coppia più o meno severe.

In questi casi rivolgersi a uno specialista potrebbe essere la scelta preferibile per ricevere una valutazione approfondita delle dinamiche relazionali e sessuali della diade, con l’obiettivo ultimo di ripristinare l’armonia psicosessuale di coppia.


Prenota un colloquio di consulenza tramite compilazione del form
o whatsapp

Scrivimi e raccontami la tua storia: dottoressaparisiannalisa@gmail.com

Bibliografia:
Gordon T, (2002), Relazioni efficaci. Come costruirle, come non pregiudicarle, La Meridiana, Molfetta (BA).